Scaldabiberon: guida completa all’acquisto, tipi e caratteristiche, funzionamento, utilità, modelli migliori di Luglio 2020, prezzi e recensioni

Nel mondo dell’accessoriato infantile c’è un articolo che riveste un ruolo chiave soprattutto nella primissima infanzia. Si tratta dello scaldabiberon, un apparecchio molto utilizzato dalle neo mamme e dai neo papà. La comodità di questo strumento consente di avere sempre a portata di mano un pratico prodotto con cui scaldare il latte del piccolo. Ma lo scaldabiberon, proprio per la sua natura è in grado di scaldare altri tipi di bottiglietta e di vasetti contenenti cibo per bimbi. Esistono dei criteri specifici per poter scegliere lo scaldabiberon giusto alle proprie esigenze. Questi criteri vanno di pari passo con le caratteristiche proprie dell’apparecchio.

Dimensione dello scaldabiberon

Dalla dimensione dello scaldabiberon dipendono diverse comodità. Nel caso di due bambini, farà più comodo averne uno di grandi dimensioni, in grado di scaldare una quantità di latte superiore in una sola volta. Quantità che in un secondo momento il genitore potrà poi dividere in due contenitori distinti. La dimensione è importante perché consente di ridurre i tempi ed evitare di adoperare due o più scaldabiberon; inoltre  considerando l’ampiezza della superficie della cucina, potremmo optare per un tipo di scaldabiberon o un altro.

In base alla dimensione avremmo una determinata gamma di prodotti idonei all’utilizzo di quello specifico scaldabiberon. Non tutti gli apparecchi infatti possono essere adoperati per scaldare il latte. Il tutto varia anche in base al modello di contenitore che abbiamo in casa. Si tratta di un fattore importantissimo da tenere in considerazione; probabilmente uno dei primi per evitare errori grossolani.

Il consiglio è quello di optare si per modelli che siano idealmente congruenti con la forma del nostro biberon, ma che al contempo possano scaldare anche eventualmente altri tipi di bottigliette e vasetti di pappa. Quando si acquista uno scaldabiberon infatti si sottovaluta questa \che sta alla base dell’apparecchio; e che lo rende molto più utile di quanto si pensa.

Tipologie speciali di scaldabiberon

Gli scaldabiberon sono apparecchi elettronici e in quanto tali possono essere alimentati con cavi o senza. I classici modelli wireless sono comodi fuori casa e in viaggio. Anziché cercare nei vari luoghi fuori casa un posto che sia dotato di fornetto per scaldare il biberon del piccolo, è possibile scegliere il modello che funziona senza fili. Esistono due tipologie di scaldabiberon utili fuori casa: uno è il classico modello che scalda a bagno maria; l’altro funziona tramite doppia possibilità di alimentazione elettrica. Ecco tutti i dettagli.

Scaldabiberon wireless: questo modello è utilissimo perché funziona sempre, senza bisogno di cercare una presa di corrente. Il funzionamento che sta alla base di questo scaldabiberon è l’antichissimo metodo bagno maria. L’apparecchio è costituito da due componenti: una serve a contenere l’acqua bollente e l’altro a contenere il latte che poi verrà messo a contatto con il primo contenitore termico. Questo primo contenitore ha una peculiarità: quella di mantenere la temperatura dell’acqua costantemente calda, almeno fino a 5-6 ore.

Al momento della poppata, il latte verrà scaldato senza troppa fatica, semplicemente mettendo i contenitori uno dentro l’altro. Questo apparecchio è in grado anche di scaldare altri tipi di contenitori; come vasetti di omogenizzati o bottigliette contenenti camomilla e tisane.

Scaldabiberon a doppia presa di corrente: funzionano sfruttando la corrente elettrica, ma a differenza dei classici modelli tradizionali da casa, possono essere alimentati anche attraverso l’accendi sigari dell’automobile. E’ possibile in questo modo scaldare il latte e qualsiasi altro alimento del bambino, anche durante i viaggi in auto mobile, oppure durante i vari giri per fare commissioni. Il funzionamento di questo scaldabiberon, comunemente chiamato anche “da viaggio” sta nel classico sistema base che prevede il riscaldamento di una resistenza tramite corrente elettrica.

La particolarità di questo apparecchio sta nel fatto che può essere utilizzato sia in casa che fuori; dunque non sarà necessario provvedere per un doppio acquisto. Si tratta della soluzione più utile a coloro che sanno di essere molto impegnati fuori casa e di dover portare spesso il bambino con sé.

Scaldabiberon a corrente elettrica

Il classico scaldabiberon ad utilizzo domestico, è il classico tipo di apparecchio comunemente utilizzato in casa propria. Funziona tramite corrente elettrica e di conseguenza può essere utilizzato solo in casa. Il funzionamento base del classico scaldabiberon sta nell’inserimento dell’acqua all’interno del contenitore e nell‘attivazione del timer che controlla il raggiungimento della temperatura. Solitamente, gli scaldabiberon tradizionali prevedono a raggiungere la temperatura in maniera automatica. Si tratta di un sistema incorporato che protegge da eventuali rischi di scaldare in maniera eccessiva il latte o qualsiasi altra pietanza.

Solitamente questi apparecchi prevedono anche un segnale acustico e luminoso, che segnala l’avvenuto riscaldamento. I modelli più moderni sono dotati di un sistema che ne prevede lo spegnimento automatico.

Funzioni di riscaldamento e opzioni

Le funzioni previste da uno scaldabiberon non sono tutte uguali e soprattutto non si esauriscono ad un solo tipo. Rispetto a qualche anno fa, la tecnologia ha fatto passi avanti e gli scaldabiberon hanno seguito le orme di questo avanzamento. Mentre in precedenza era possibile esclusivamente usufruire della modalità di riscaldamento, oggi i migliori scaldabiberon prevedono diverse modalità di cottura. In base all’utilizzo che ne vorremo fare, possiamo scegliere il modello più adatto a noi. Abbiamo già accennato al fatto che questi apparecchi possono scaldare anche bottigliette contenenti tisane, vasetti di omogenizzati e pappette; ma oltre a ciò è possibile anche scongelare e mantenere in caldo pietanze precedentemente cotte e riscaldate.

Prima di tutto è essenziale che uno scaldabiberon abbia tra le prime funzioni quella di impostazione della temperatura. Alcuni modelli offrono una soluzione standard, e uno spegnimento automatico una volta che questa temperatura è stata raggiunta. Altri tipi, invece, prevedono di scaldare latte e cibi, in base alle preferenze di chi maneggia e quindi anche in base a quelle che sono le preferenze del bambino.

Modalità scongelamento: oltre all’impostazione base della temperatura, gli scaldabiberon possono scongelare il latte o il cibo prelevato dal freezer. In che modo? Si tratta di uno scongelamento effettuato in modalità lieve. Anziché optare per un repentino cambio di temperatura attraverso forno a micro onde o gas; è possibile posizionare il latte nell’apparecchio attivando questa modalità, la quale provvederà a portare la pietanza alla temperatura ambiente.

Mantenimento in caldo: alcuni modelli prevedono questa funzione importantissima per i bambini. Molto spesso infatti per diversi imprevisti abbiamo bisogno di attendere prima di iniziare la poppata oppure di posticipare dopo una breve interruzione. Questa funzione consente di non sprecare latte che comunque una volta raffreddato non potrà essere nuovamente portato a temperature alte. Alcuni scaldabiberon prevedono la funzione di mantenimento fino ad un massimo di mezz’ora; altri per oltre un’ora.

Spegnimento automatico: questa funzione non è presente in tutti i modelli; tuttavia la presenza di una possibilità come questa rappresenta un supporto concreto alla neo mamma che sicuramente, presa dai tantissimi impegni e attenzioni, potrebbe dimenticare lo scaldabiberon acceso. Una volta giunto a temperatura il dispositivo si spegne automaticamente. Alcuni modelli prevedono di impostare la funzione di auto spegnimento tramite il timer.

Display luminoso: alcune tipologie di scaldabiberon mostrano chiaramente l’andamento della temperatura e lo stato di riscaldamento. Si tratta di informazioni utili alla mamma che può decidere in questo modo se interrompere la cottura perché ritenuta sufficiente in quel dato momento. Spesso capita infatti che i bambini piangano tanto da non riuscire ad attendere la cottura del latte. Sapere a che temperatura si trova il latte è un valido aiuto.

Segnale acustico: come accennato in precedenza, questo segnale è di supporto alla mamma che prepara il latte al bimbo, in quanto consente di essere avvisati quando la pietanza che sia latte o pappa è pronta. Il segnale acustico può essere presente anche nei modelli con auto spegnimento attivato. Le due funzioni possono coesistere nello stesso apparecchio.

Modalità di scongelamento Impostazione della TemperaturaMantenimento in caldoSpegnimento automaticoDisplay luminosoSegnale acustico
Consente di scongelare in modalità delicata il latte e le pietanze precedentemente messe in freezer senza ricorrere a forno o gasConsente di impostare manualmente la temperatura desiderataConsente di mantenere la temperatura del dispositivo costante e di non sprecare il latte eventualmente avanzatoConsente al dispositivo di spegnersi automaticamente quando la temperatura del latte è giunta all'impostazione inizialeConsente di tenere traccia dell'andamento della temperatura e di interrompere eventualmente la fase di cotturaSegnala la fine del riscaldamento. E' un'opzione di supporto per il genitore impegnato in altre attività

Elementi da non sottovalutare

Esistono delle componenti proprie degli scaldabiberon che concretizzano il supporto manuale e la praticità d’utilizzo dell’apparecchio. si tratta di elementi molto importanti, quasi indispensabili in quanto consentono di utilizzare il dispositivo in maniera semplice. Una mamma molto probabilmente maneggerà questo apparecchio avendo il bambino tra le braccia. Questo fattore è decisivo per comprendere quanto sia fondamentale avere a disposizione uno scaldabiberon pratico da adoperare. Ci sono degli elementi propri della struttura di questo apparecchio che lo rendono ideale e a portata di mamma.

Piedini di sostegno: questi elementi situati nella zona inferiore dell’apparecchio, sono indispensabili per far si che il dispositivo appoggi correttamente sulla superficie e che non cada facilmente a causa di un piccolo spostamento d’aria. Questo elemento è importante poiché rende il prodotto sicuro e meno propenso all’avvenimento di incidenti domestici spiacevoli.

Avvolgicavo: alcuni scaldabiberon sono dotati di un piccolo scomparto posizionato nella parte retrostante dell’apparecchio, utile a raccogliere il cavo una volta avvolto. Questa opzione è molto utile in quanto consente di ordinare in maniera ottimale il dispositivo senza il rischio che questo si impigli in qualcosa e cada.

Presa laterale: alcuni modelli sono dotati di una presa che consente di maneggiare il dispositivo agevolmente anche con una sola mano. E’ molto probabile che chi utilizza lo scaldabiberon stia svolgendo contemporaneamente altre attività. Per questa ragione è utile pensare ad uno strumento che abbia anche questo elemento, in modo da non dover rischiare di farsi male e rovesciare lo scaldabiberon pieno del contenuto sul pavimento o peggio addosso.

Elementi smontabili: prima di acquistare uno scaldabiberon è bene assicurarsi che questo sia dotato di elementi facilmente smontabili. Questo fa si che il momento della pulizia sia facile e veloce e soprattutto che l’igiene dell’apparecchio venga effettuata in maniera precisa e corretta; cosa impossibile se gli elementi sono incastrati bene fra loro e poco propensi a rendere semplice la pulizia. Trattandosi di un prodotto che va a contatto con cibo e bevande destinate ai più piccoli dev’essere igienizzabile e pratico da utilizzare.

Foglietto di istruzioni: il foglio di istruzioni è un elemento che molti danno per scontato. Tuttavia non tutti i prodotti ne posseggono uno, dando per ovvio il modo di utilizzo intrinseco all’apparecchio. In realtà sapere bene come utilizzare l’apparecchio, conoscerne le funzioni proprie e tutto ciò che concerne quello specifico dispositivo può essere utile a non danneggiarlo e a far si che non costituisca pericolo per noi e per il bambino.

Materiali

E’ molto importante fare attenzione ai materiali utilizzati per la realizzazione di questi apparecchi. dal momento in cui si sta parlando di dispositivi che raggiungono alte temperature, è essenziale che le parti in plastica e in alluminio siano conformi al regolamento europeo vigente in materia di sicurezza. La qualità dunque è un fattore cui prestare molta attenzione. Queste plastiche devono essere prive di certe sostanze nocive, chiamate BPA. Questo elemento è doppiamente importante se lo scaldabiberon che stiamo per acquistare è corredato di biberon. La plastica a contatto con la bocca del bambino deve essere completamente atossica. Un valido suggerimento per andare sempre sul sicuro è quello di cercare il marchio CE. I BPA sono sostanze chimiche derivanti dal bisfenolo che alterano la fisiologia del sistema nervoso centrale e hanno effetti deleteri sul sistema immunitario dei più piccoli; si tratta di sostanze interferenti del sistema endocrino molto dannosi per la salute ed è per questo molto importante affidarsi a marchi conosciuti.

Fasce di prezzo

Il prezzo degli scaldabiberon può variare in base a diversi fattori. In primis la marca, sebbene anche la qualità dei materiali utilizzati influenzino in maniera decisiva sul costo finale. Materiali di scarsa qualità, come si può intuire fanno abbassare di molto il prezzo. per questo è bene diffidare da modelli multi-funzionali e di grosse dimensioni a prezzi particolarmente convenienti. Il costo di questi apparecchi varia da un minimo di 50 euro fino ad un massimo di 80-100 euro. I modelli più semplici, dotati delle funzionalità standard come la regolazione della temperatura e il mantenimento in caldo possono presentare un costo di 50 euro; mentre le tipologie più ricche di funzioni come lo scongelamento e integrati di timer e  display luminoso  possono giungere ad una fascia di prezzo anche più alta. In ultimo se gli scaldabiberon in questione prevedono anche l‘arricchimento di dispositivi extra, come il biberon e le tettarelle si avrà un prezzo decisamente maggiore.

Anna Silvestrini

Sono una neo mamma, giornalista pubblicista appassionata di scrittura, prodotti per la casa e per la cura dei bambini. Da quando sono diventata mamma, ho acquisito tantissime conoscenze su tutto ciò che riguarda il mondo dell'infanzia cercando sempre il modo di trasmettere ad altre mamme segreti e nozioni nuove per una maggiore praticità nella gestione quotidiana dei bambini.

Back to top
Migliore Scalda Biberon